jump to navigation

L’acqua è stata privatizzata 2 ottobre 2008

Posted by ul_fabius in Attimi di vergogna, Dittatura, Economia.
Tags: , , , , ,
trackback

Ebbene sì, leggo ora che anche in italia si è aperto un nuovo mercato: l’acqua corrente.
Grazie all’articolo apparso da poco su Ecoblog (che a sua volta l’ha scopreto grazie ad una segnalazione dei “grilli mantovani” di una lettera di Alex Zanotelli) scopro che nell’articolo 23 bis del decreto legge numero 113, comma 1, firmato dal ministro G. Tremonti si provvede alla privatizzazione delle risorse idriche sottomettendole alle regole dell’economia capitalistica che tante soddisfazioni ci sta dando grazie ai crack a raffica di banche, banchine e banconi statunitensi ed eurepee (ma non italiane, gli italiani non perderanno nemmeno un euro dice IlPadrone) anche un bene primario come l’acqua che non sarà più disponibile tramite distribuzione pubblica o tutt’al più tramite distribuzione da parte di aziene con capitale di maggioranza pubblico come il consorzio “antiga” che fornisce il mio paesello e i quattro paesi del circondario ma dovremo pagare (ed arricchire in maniera spropositata) società multinazionali tra le quali le francesi Vivendi Environment, Suez Lyonnaise des Eaux e Saur o la tedesca Rwe/Thames water.
Il mondo si è già mosso per bloccare queste lobby, evidentemente il nostro padrone preferisci muoversi contro corrente sbattendosene altamente di cose come questa: http://www.contrattoacqua.it/public/journal/index.php?v=140&argm=140&c=2 perchè tanto lui i soldi per pagarsi l’acqua dal rubinetto l’avrà sempre.

Purtroppo non sono riscito a trovare la puntata di Report di tre anni fa (o forse più) sul problema di cui sopra.
EDIT: sono riuscito a trovare questo blog: http://acqualatinanograzie.splinder.com/ prossimamente cercherò di mettermi in contatto con qualche latinense, da loro l’acqua è già stata privatizzata da un pezzo e su questo blog potrete leggere con quanta gioia vivano la situazione.

Annunci

Commenti»

1. Giuseppe - 11 dicembre 2008

ho 71 anni e purtroppo non potrò conoscere quale fine sarà riservata a tutti quelli che, da posizioni di assoluta tranquillità e sicurezza, continuano a ritagliare per la classe cui appartengono nuovi campi di selvaggia speculazione anche su beni primari come l’acqua, l’aria, il sole, il mare, ecc… .
All’acqua ha già pensato Tremonti ! Con la scusa che scarseggia !
Dategli tempo! provvederanno anche al resto.
E NOI DOVREMMO SPENDERE I RISPARMI PER RIAVVIARE UNA ECONOMIA CHE SERVE PRIMCIPALMENTE QUELLI CHE VOGLIONO LUCRARE ANCHE SU BENI PRIMARI ?
Quando comineremo ad avere notizia di indigenti deceduti per disadratazione o infezioni derivanti a ingestione di acque non potabili o inquinate. E quanto e cosa costerà ai “soliti fessi” il maggior costo della Sanità Nazionale ?

2. greta - 12 febbraio 2009

sono una ragazza di 23 anni e sono molto indignata per tutto questo. Ma bisogna fermare tutto questo, facciamo qualcosa..adesso non abbiamo piu scuse è la nostra sete che si sta vendendo!

3. Sandron - 1 novembre 2009

Sono Sandro di Trieste e ciò che ho letto sull’acqua mi fa rabbrividire.Mi viene in mente un vecchio film sulla mafia,”Il giorno della civetta” basato sul romanzo di quel grande Italiano che fu Leonardo Sciascia. Già allora coraggiosamente si faceva vedere come il malaffare politico si impadroniva delle risorse di base(acqua,strade,abitazioni,istituzioni).Allora c’erano registi come Rosi e Pontecorvo che denunciavano apertamente le colpe dello stato,ed essere chiamati comunisti era motivo d’orgoglio per chi si batteva contro l’arroganza dei soliti politici\gangster.Ora nonostante i mezzi a disposizione la gente parla sottovoce,qui sulla Rete non trovo facilmente simpatizzanti di questo governo arlecchino eppure il PdL si vanta di rappresentare gli italiani con larga maggioranza. Nella nostra città Nettezza Urbana,Trasporti,Servizi Cimiteriali,servizi collaterali di manutenzione ed altro sono già in mano a privati con risultati chiaramente negativi per la popolazione ma sicuramente positivi per le Holding più o meno nascoste che li detengono. I tentativi quasi quotidiani di derubare ulteriormente il territorio (Rigassificatore,edilizia selvaggia,eliminazione verde urbano,impoverimento di scuole,ospedali e musei) fanno vedere un piano generale raccapricciante.Come gli Orchetti di Tolkien questi politici PdL\MSI stanno saccheggiando ciò che resta di una città già degradata da precedenti amministrazioni d’altro colore ma di uguale intento,ed ora l’acqua! In Sudamerica la gente fa le rivoluzioni per molto meno,a noi fino a quando dovranno sfondarcelo prima che ci svegliamo?


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: